Centro Mariano Fondazione Culturale-Sociale "Il Pellicano"
Centro MarianoFondazione Culturale-Sociale"Il Pellicano"

Attività e Progetti 2020-2021

Concorso

ARTISTICO

LETTERARIO

FOTOGRAFICO

Maria Regina d'Europa:​

Montepremi: € 3000

Concorso 2021
Regolamento.pdf
Documento Adobe Acrobat [2.7 MB]

Centro Mariano

Fondazione Culturale-Sociale

"Il Pellicano"

Via Castel Boccione, sn

61029 Trasanni di Urbino (PU)

E-mail: concorsoilpellicano@gmail.com

All'interno del CENTRO MARIANO

opera la Fondazione En.A.I.P. che promuove Corsi di Formazione

Professionale, per informazioni

chiamare: 0722 320498

inviare una mail a:

pellicano@enaiprimini.org

oppure visitare il sito:

www.enaiprimini.eu

Facebook: CFPilPellicano

Per partecipare alla cerimonia di premiazione occorre essere muniti di

Green Pass e Mascherina

I PREMIATI

CONCORSO ARTISTICO Categoria Giovani e Adulti

 

1° PREMIO

 

Michi Grassi, La tempesta della speranza, olio su tela, cm 40x60.

2° PREMIO

 

Livio Billo, Salvaci, Signore, tecnica mista su tavola, cm 29×38.

CONCORSO ARTISTICO Categoria Ragazzi

 

Eleonora Balducci, Dondolare nei ricordi, Classe 2°B, ICS “E. Mattei”, Acqualagna (PU)


Leonardo Sciamanna, Alessandro Piergiovanni, Classe 2°B, ICS “Pascoli”, Urbino (PU)


Eva Barzotti, Camilla Rebiscini, Classe 2°A, ICS “E. Mattei”, Acqualagna (PU)

CONCORSO ARTISTICO Menzioni Speciali

 

Michelangelo Iodio, La mia tempesta, Classe 2°B, ICS primo grado “E. Mattei”,

Acqualagna (PU)


Andrea Giulia Cesaroni, La mia tempesta in mare, Classe 2°A, ICS primo grado “E. Mattei”, Acqualagna (PU)


Lucia Somma, La mia tempesta, Classe 2°A, ICS primo grado “E. Mattei”, Acqualagna (PU)

 

CONCORSO FOTOGRAFICO

 

1° PREMIO

 

Fulvio De Sanctis, La Tempesta.

CONCORSO LETTERARIO Categoria Giovani e Adulti

 

1° PREMIO

 

Maria Felicetti, Tempesta sedata.

 

Infuria il mare cieco della prova
quando il vento del dubbio divora
le ultime fibre di luce coi suoi tarli,
i suoi fantasmi, e schiaffeggia
la fragile barca della vita,
sballottata come foglia,
mentre il Cielo tace, lontano.
Nel vortice del lamento si spegne
l’azzardo dell’oltre.
L’acqua toglie il respiro,
e gli occhi sbarrati
cercano l’approdo, persi
a lottare contro la notte.
Ma vana è la foga del remo,
folle l’utopia prometeica di salvare,
di sfuggire alla fine
con la penuria delle sole forze,
così contro il muro di quelle onde
si frangono cadenze d’orgoglio.
Affonda il cuore, preda della paura.
Ma un grido disperato,
quasi un’estrema ancora,
a un tratto lacera il buio e desta
passi di grazia. Parole sorgive,
come un tuono, comandano al vento,
dissolto in un sospiro.
In un attimo si placa il caos,
ed è grande bonaccia,
alba nuova iridata.
Ora so, il tuo silenzio era
presenza che non invade
accovacciata ai miei piedi,
attesa del prodigio della mia fede,
voce di giglio annodata al mio fiato.
Eri nel fondo oscuro della tempesta,
come seme nascosto nella terra,
stella regale che guada
Maria Felicetti
il Mar Rosso dell’avversità,
e sospinge più in là.
Con Te è vinta la burrasca,
con Te si passa ad altra riva.

2° PREMIO

 

Anna Tangocci, Tienimi la mano, Madre di Dio.

 

Quando la tempesta raggiunse la mia casa,
Madre mia,
venni scaraventata distante da te
che eri la zattera della mia vita.
Quando l’albero maestro della nostra nave,
si spezzò e la vela e l’antenna caddero,
abbandonai sconfitta dal dolore
il timone della fede.
Rimasi per molto tempo sommersa
nel vortice della rabbia e del risentimento.
Madre mia, lo sai,
io non ti ho cercata. Non ti ho pensata.
Solo quando sono riuscita a riemergere
sputando l’acqua salata e amara
che m’usciva dal cuore,
sfinita, chiamai il tuo nome.
E ti scorsi, là in attesa,
zattera della mia vita.
La tua mano fra le onde,
afferrò la mia, salvandomi.
Ancora i marosi scuotono la mia esistenza,
la fanno ondeggiare come fa il vento autunnale
che porta gli ultimi fiori del cardo giù in pianura,
ancora i miei occhi non si asciugano
ma ora so che è destino di tutti noi
turbinare nella tempesta
e che soltanto gli occhi velati dal pianto
sanno vedere la salvezza.
Per questo ti prego:
tienimi la mano, Madre mia

CONCORSO LETTERARIO Categoria Ragazzi

 

Michele Fattori, Per le vie della vita, Classe 3°A, ICS primo grado “E. Mattei”,

Acqualagna (PU)


Gioele Righi, Leonardo Ugolini, Classe 2°B, ICS “Pascoli”, Urbino (PU)


Elena Marcelli, Madre misericordiosa, ICS primo grado, Alzavole, Roma

CONCORSO LETTERARIO Menzioni Speciali

 

Luigi Aziani, Faro nella tempesta, Burundi

 

Samantha Falciatori, Stella maris, Terni

FUORI CONCORSO

 

Antonio Quaranta, Karol Quaranta, Il silenzio e l’ascolto di San Giuseppe.

Informativa breve sull'utilizzo dei cookie [x]

Questo sito web utlizza dei cookie analitici di terze parti per offrirti una migliore esperienza di navigazione, basata sulle tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta l'informativa sui cookie